Benvenuti nel nostro sito web

Nel nostro sito potrete trovare informazioni sulla nostra attività professionale e sui settori specialistici nei quali lo Studio è impegnato.

Responsabile dello Studio è l'Avv. Alessandro Ciaccia, il cui profilo professionale è descritto nel curriculum vitae, disponibile in formato word nella sezione "chi siamo", al sottoindicato link: 
(www.studiolegaleciaccia.com/1/chi_siamo_589134.html)
L'avv. Ciaccia è assicurato per i rischi inerenti l'attività professionale con polizza CARIGE Assicurazioni Spa.


Le aree in cui operiamo prevalentemente sono quelle del diritto civile e commerciale (diritto societario;-diritto finanziario e bancario;
-diritto fallimentare) e del diritto amministrativo.


Le materie nelle quali lo studio vanta un'adeguata specializzazione, comprovata da significative e referenziate esperienze,  sono i seguenti:


-DIRITTO COMMERCIALE, FINANZIARIO E BANCARIO:
 
a)- contrattualistica bancaria e problematiche sulla trasparenza bancaria e sulle condizioni economiche e contrattuali nei rapporti banca-cliente;
 
b)-normativa sulla “privacy” con le problematiche connesse con l’emanazione della legge nr. 675 del 31/12/1996 e succ. modd.;
 
c)- normativa “antiriciclaggio” (Legge n. 197/91 e succ. modd.);
 
d)- diritto societario;
 
e)-diritto dei mercati finanziari e contenzioso in tema di servizi di investimento;

f)-operatività in contratti derivati (currency swaps e IRS) comprensiva dell'attività di consulenza preventiva al fine di determinare i costi impliciti, il MTM (Mark To Market)e il "fair value" dei singoli contratti, stipulati da soggetti privati e da enti pubblici;
 
g)- normativa MIFID;
 
h)- diritto dell’informatica, con particolare riguardo alle problematiche sulla firma e sulla certificazione digitale;
 
 
-DIRITTO FALLIMENTARE:
 
i)- azioni revocatorie fallimentari attive e passive;
 
ii)- concordato preventivo, preconcordato e concordato con continuità aziendale  ex art. 161 c. 6  e 186-bis L.F.;
iii)- accordi di ristrutturazione  dei crediti ex art. 182-bis  della “Legge Fallimentare” ( “L.F.”: R.D. 16/3/1942 N. 267 e successive modificazioni);
 
iv)-piani attestati di risanamento ex art. 67 comma 3° lett.d)- della “L.F. “ e accordi di ristrutturazione dei debiti ex artr. 182-bis L.F.;
 
v)- procedure di esdebitazione.

-DIRITTO AMMINISTRATIVO:
 
a)-appalti di servizi di tesoreria enti e rapporti tra ente e banca, con particolare riguardo alle procedure esecutive ed alle anticipazioni ordinarie e straordinarie delle ASL;
 
b)-procedimenti amministrativi per violazioni disposizioni CONSOB e Bankitalia;
 
c)- responsabilità civile, amministrativa e contabile nei rapporti con le pp. aa.;
 
d)-finanza evoluta per gli enti locali.

^^^^

Nella sezione  "pubblicazioni e news" potrai trovare articoli  recenti su argomenti di diritto commerciale, fallimentare e finanziario, a firma dell'Avv. Ciaccia e dei collaboratori e consulenti dello studio, che potranno essere liberamente consultati, con il solo obbligo di citare la fonte in caso  di loro utilizzo, anche solo parziale.
E' in vendita nelle librerie specializzate il " Manuale dei titoli di credito, protesti e carte di pagamento",  dell'avv. Alessandro Ciaccia, edito da Nuova Giuridica e distribuito da Feltrinelli.

Il volume può essere anche acquistato on line in tutti i siti più diffusi (amazon.com, ebay.it, ecc.) oltre che direttamente sul sito della casa editrice: www.nuovagiuridica.it.

E' prevista una seconda edizione  del manuale, riveduta ed ampliata e disponibile anche on line, previa registrazione,  al fine di tenere conto delle numerose novità legislative e dei chiarimenti interpretativi e giurisprudenziali intervenuti (soprattutto in materia di tracciabilità dei pagamenti, modifica dei limiti di utilizzo del denaro contante, CAI, ecc).

Regles pour former un avocat- règles de la péroraison

Regles pour former un avocat- règles de la péroraison - studio legale ciaccia


Estratti da libro "Regles pour former un avocat", Paris, 1711, Coll. privata A. Ciaccia

A richiesta di alcuni Colleghi, riporto qui di seguito alcune "regles" per formare un avvocato, tratte dalla seconda parte del libro  dedicata alla "COMPOSITION":

da me tradotte un pò liberamente ( ma cercando di essere fedele allo spirito del libro).

REGOLA I^ pag.83-84: Un avvocato deve perorare la causa, ovvero scrivere un atto, correttamente e con chiarezza ed ordine: non vi è altro sistema che la precisione nella scelta dei termini idoneo a far conseguire questa perfezione; ma, soprattutto, occorre che egli parli e scriva nella purezza della sua Lingua, senza però abbandonare i termini tipici utilizzati nella prassi legale; se segue questa regola il suo stile sarà corretto, puro e lucido; egli dovrà però prestare la massima attenzione nel servirsi di termini "barbari" (i.e. presi da altre lingue), inusistati, impropri, straordinari e troppo ampollosi; la semplicità non smette di abbellire la composizione e ne costituisce il pregio maggiore, piurchè si eviti uno stile vacuo e puerile.

Regle II- Deuxieme partie- De la Peroraison ou Conclusion- Pag. 217).
"Il faut que la recapitulation soit pressante & faite dans le meme ordre qu'on a tenu en plaidant; parce que les nouvelle dispositions brouillent la memoire, dissipent les premieres idees & genent l'esprit; cependant il faut vous y exprimer diversement; d'aurant que la varieté previent le degouste: enfin elle doit etre courte & d'un style gay et fleury, autrement elle passera pour une redite qui ennuyra le judge"

Regle II- Troisieme partie-De la pronunciation-pag.219).

"Ce n'est pas assez qu'un avocat aprenne par coeur ce qu'il a composè par ecrit, il faut  encore qu'il retienne ce que son adversaire lui a objectè  & ne pas seulement dire & repeter les objiections; il faut de plus qu'il scach les mettre en la place qui sera avantageuse a sa cauase; car il n'est pas obligè de suivre scrupoleusement l'ordre qu'a tenu l'Avocat qui a plaidé contre lui".

 Commento: è straordinaria l'attualità di questo trattatello, scritto oltre tre secoli fa da un avvocato francese che aveva il dono della chiarezza e della sintesi (evidentemente era anche un frequentatore attento delle aule di giustizia e non solo uno studioso!).

Abbiamo riportato la seconda delle quattro regole della PERORATION, ossia della fase dell'attività dell'avvocato che culmina nell'attività che oggi identifichiamo nella "precisazione delle conclusioni" ( nel processo civile) e nell'arringa finale in sede penale, nonchè la seconda regola dettata per la fase della DECLAMATION , che a sua volta comprende "la memoire", la prononciation" e "le geste".

Pur con gli evidenti limiti dettati dal tempo trascorso, molte delle predette regole sono ancora oggi valide.

Nei prossimi aggiornamenti illustreremo le regole dettate tre secoli fa per una corretta ed efficace GESTUALITA' che accompagni gli interventi in aula degli avvocati.

I libri antichi donano delle sensazioni irripetibili, che nessun volume digitale o file informatico potrà mai essere in grado di fornire.  In particolare, se gli stessi recano a margine gli appunti dei lettori  (le "glosse")che, spesso, aggiungono tratti e spunti originali al contenuto del testo.
Ciò vale per il libro in esame, che è punteggiato di annotazioni e glosse del lettore (che è un avvocato francese, che aveva acquistato il libro -rivolto "A Messieurs les Avocats du Parlement", circa 3 secoli fa!).

Il brocardo del mese: AGOSTO 2016

"MINUS SOLVIT QUI TARDIUS SOLVIT, NAM ET TEMPORE MINUS SOLVITUR " 

(Traduz.: "Paga di meno chi paga più tardi, infatti con il passare del tempo si paga meno").

Con la solita efficacia dirompente della lingua latina, il brocardo  - di estrema attualità -  evidenzia gli effetti del ritardato adempimento delle obbligazioni pecuniarie da parte del debitore. Quest'ultimo infatti, ritardando il pagamento beneficia sia degli effetti dell'inflazione, e quindi della diminuzione del potere d'acquisto della moneta, che della possibilità di continuiare a disporre delle somme necessarie le quali possono produrre interessi ed altra utilità a suo vantaggio.

Al fine di evitare tali conseguenze è previsto, nel nostro ordinamento, all'art. 1224 cod.civile che il debitore costituito in mora ( lett. "ritardo") debba corrispondere al creditore, a partire dal primo giorno di mora, gli interessi legali, anche se non erano dovuti precedentemente e anche se il creditore non prova di avere subito alcun danno (*).

(Riproduzione riservata)

(*). A partire dal 1/1/2016 il tasso di interesse legale è stato fissato allo 0,20% (D.M. 11/12/2015 IN GAZZ. UFF. 15/12/2015 N.291).

Si tratta dell'ennesima misura di facciata che solo formalmente può far pensare ad un miglioramento delle condizioni economiche generali ed al controllo del rischio di inflazione. Tale misura non impedisce, ad esempio, che i pedaggi autostradali siano aumentati dal 1/1/2016 del 3,50% ed oltre, con conseguenti ripercussioni sui prezzi dei beni di consumo che viaggiano per la quasi totalità su gomma (grazie anche alla lungimirante politica delle FFSS).

Alcuni dei brocardi precedenti sono consultabili nella sezione:LINKS & UTILITIES

***

Consiglio di lettura del mese: 

CARLO MASSARINI- ABSOLUTE BEGINNERS - Viaggio alle origini del rock (1936-1969)- Edito da HOEPLI - Milano (2016) disponibile on line € 17,90 on line.

Ci avviciniamo alle ferie estive e, una volta tanto, vogliamo segnalare, da amanti del rock e testimoni del suo migliore periodo, che abbiamo avuto la fortuna di vivere direttamente (anni 60-70), il bel libro di uno dei grandi divulgatori della buona musica rock (e non solo), ossia CARLO MASSARINI,  storico protagonista di tante trasmissioni radiofoniche e televisive per conto della RAI, ( Mister Fantasy in primis, ma anche Ghiaccio Bollente su Rai 5 (misteriosamente soppressa per ragioni mai chiarite in coincidenza con la presa di potere dei nuovi vertici  della più grande istituzione culturale italiana, quella che mi riferiscono abbia 13.000 dipendenti dal costo medio di euro 89.000 annui e un numero imprecisato di collaboratori esterni, ma che continua ad assumere gente, infischiandosi della spending revue  e che, per fare un semplice programma radiofonico,  utilizza due (e sottolineo due!) registi, uno (o più)  assistente di studio, un curatore del programma, uno o due tecnici, da uno a quattro dipendenti in redazione per ricevere telefonate ecc, il tutto moltiplicato per le varie reti  e, nonostante tutto questo apparato, non riesce neppure a mantenere la leardership degli ascolti radiofonici, sconfitta dalle radio private.

Ma torniamo al libro di Massarini, il cui ben scelto titolo è ripreso dall'omonimo libro di Colin MacInness, che ha ispirato il film del 1986 con il compianto David Bowie.

Il libro è suddiviso in cinque parti, ciascuna delle quali riporta una lista dei brani più significativi, inseriti nel contesto socio-culturale che li ha ispirati (P.1:Race records; p.2: ROCK 'N'ROLL; p.3:FOLKSINGERS; p.4:THE BEAT; p.5: CLASSIC ROCK). La lettura è avvincente e scorrevole, grazie alle eccellenti basi culturali di Massarini, che riesce a trasferire su carta le sue notevoli capacità dialettiche ed affabulatorie.

Nulla ovviamente da osservare sulla qualità dei brani, scelti secondo criteri oggettivi e difficilmente contestabili: provare per credere attraverso l'unico metodo possibile, ossia  ascoltarli tutti  grazie agli straordinari strumenti che la tecnologia digitale e le APP più gettonate mettono a disposizione  (you tube, spotify, deezer, ecc).

Quindi: buona lettura e buon ascolto!

 

 

 

LEVIA & GRAVIA

La rubrica riprende il titolo (Levia Gravia) di una famosa raccolta di poesie con cui Giosuè Carducci intendeva mescolare pensieri "leggeri"  con riflessioni più profonde e preoccupanti. 

HIT PARADE DEGLI ULTIMI TERMINI DI MODA E NEOLOGISMI DEL POLITICALY CORRECT (*):

-compound (di edifici: complesso di edifici è troppo banale!)

-condivisione; -commercio equo e sostenibile;- chilometro zero;  -contestualizzare; - comunità lgbt; 

-decontestualizzare; 

-ecosostenibilità; 

-flash mob;

-gender e teoria di genere;

-H24;

-jobs act;

-mission;- masterplan; 

-proattivo ( non basta dire attivo); -premier (invece di "primo ministro")

-road map;

-sinergie; -step; - senza se e senza ma! ecc.

(*) Alla generale decadenza economica, politica e morale di questo nostro Paese - cui stiamo assistendo sempre più demoralizzati e stanchi -  si accompagna l'omologazione del linguaggio e la dismissione della lingua italiana (notoriamente bella, musicale e non facile da apprendere) che viene sostituita da anglicismi, termini prelevati da altre lingue in luogo degli equivalenti termini italiani, sia per timore di non apparire "in linea" con il comune sentire che in quanto ritenuti noncoerenti con le esigenze degli odierni linguaggi comunicativi, spesso tradotti  in modo appossimativo.

^^^^^ 

NOTE DI TACCUINO ( DA "ASCOLTO IL TUO CUORE, CITTA'" di ALBERTO SAVINIO) I^ Ediz. Bompiani, 1944 (*)

""2. Tutti gli orologi pubblici di Milano sono fermi, in questa città così ricca di orologi pubblici. Alcuni alle 1 1/4, altri alle 1.17, altri alle 1,20. Ognuno di  questi immobili simboli orari segna uno dei momenti nei quali la Morte è piombata dal cielo e ha colpito. Tra queste minime differenze di tempo passa l'Eternità, come tra il dito del Padreterno e il dito di Adamo nell'affresco della Sistina (Chiedo scusa per la corrività del raffronto, ma la gravità dell'argomento scuserà l'errore di gusto).""

 

Alberto Savinio (pseudonimo di Andrea de Chirico (Atene, 1891- Roma, 1952), pittore, scrittore e musicista, fratello di Giorgio de Chirico) era a Milano il 27 agosto 1943, ed ha potuto raccontare in questo bellissimo libro, dedicato ad una città che amava moltissimo, la tragedia della guerra e il bombardamento della città da parte degli Alleati, ma anche le speranze di rinascita che animavano i milanesi.

(*) Prima edizione con dedica autografa di Savinio "A Italia, in segno di pentimento ed a conclusione di una polemica in cui ero dalla parte del torto " facente parte della Collezione Privata avv. Alessandro Ciaccia.

Il libro è stato successivamente ripubblicato da Adelphi ed è facilmente reperibile, anche in edizione economica.

 

MASSIME, PROVERBI E DETTI LATINI (*)

In questa rubrica intediamo segnalare alcune frasi utilizzate a commento ed ornamento di MERIDIANE, ovvero riportate nelle facciate di edifici antichi e moderni, che ci è capitato di notare nel corso dei nostri viaggi, che esprimono, in modo straordinariamente semplice ed efficace, grazie anche al sapiente ricorso a figure retoriche quali l'allitterazione e lo zeugma, e alla straordinaria capacità di sintesi propria della lingua latina, l'idea della fugacità del tempo e della vita, ad esempio:

-ROMA LENTA QUIA AETERNA (Trad.: Roma è lenta perchè è eterna). Sintesi - riportata sulla facciata di un palazzo romano che si affaccia su Via Veneto, in prossimità della chiesa dei Cappuccini - che trasforma con la straordinaria efficacia del latino uno dei difetti di Roma in un motivo di pregio. 

-ME SOL, VOS UMBRA TENET 
( Trad.. Io sono posseduta dal Sole, Voi dall'ombra) (facciata Convento di Capestrano- Prov. L'Aquila)

-SINE SOLE SILEO
(Trad.: "Senza il sole sto in silenzio"- (facciata palazzo signorile in Roma, Zona Regina Margherita)

-HORAS NON NUMERO NISI SERENAS
(Trad.: "Non conto le ore, se non quelle serene")- (Facciata palazzo signorile di Sondrio).

-VULNERANT OMNES, ULTIMA NECAT (Trad.: Tutte (le ore) feriscono, l'ultima uccide.)
Forse la frase che più di ogni altra esprime con efficacia insuperabile l'inesorabile decorso del tempo.

Essa fa venire in mente una tremenda frase di Ungaretti: "la morte si sconta vivendo" che chiude una delle sue più famose poesie, ossia "Sono una creatura", del 1916, da "Il porto sepolto".


^^^^^
A torto classificata come "lingua morta":  il fascino della lingua latina rimane intatto, come è dimostrato dalla crescente diffusione dell'interesse nei suoi confronti da parte degli utenti del WEB.